Skip to main content

Tumori linfoidi a cellule T, funziona la terapia cellulare anti-CD7

By Giugno 14, 2024No Comments
Dai congressiNews

Il linfoma linfoblastico e leucemia linfoblastica acuta a cellule T sono tumori linfoidi derivanti dalla proliferazione e trasformazione maligna di cellule T immature, difficili da trattare e con poche opzioni terapeutiche.
Mentre si è assisto al successo delle CAR T autologhe nei tumori a cellule B, l’espressione da parte delle cellule T tumorali di antigeni target condivisi con le CAR T cells finora ha limitato lo sviluppo di tali terapie  nell’ambito delle neoplasie a cellule T, per via del rischio di un ‘fratricidio’ non voluto delle CAR T cells, oltre che al rischio di contaminazione del prodotto farmaceutico con cellule maligne.

Il WU-CART-007 è un prodotto cellulare mirato al CD7 con delezione CRISPR/Cas9 di CD7 e del recettore alfa delle cellule T costante, per prevenire il “fratricidio e consentire l’utilizzo di cellule allogeniche di donatori sani  (Leedom, et al. ASH 2021).

All’EHA Meeting 2024 sono stati presentati  gli outcome di fase 2 del WU-CART-007, uno studio che ha valutato efficacia e sicurezza di WUCART 007 in pazienti con linfoma  e leucemia linfoblastici a cellule T recidivati/refrattari.

In questa fase i pazienti ricevevano 900M di cellule WU-CART-007 il giorno 1 dopo la chemioterapia di linfodeplezione (30 mg/m2/die x 4 giorni e ciclofosfamide 1000 mg/m2/die x 3 giorni).
La risposta al trattamento era valutata attraverso analisi del midollo osseo al 28° giorno e con TC/PET, se applicabile.

La remissione completa composita (CRc) era definita come combinazione di CR (blasti BM <5% con conta assoluta dei neutrofili ≥1.000/μL e conta piastrinica ≥100.000/μL) e CRi (CR con recupero ematologico incompleto), e uptake SUV < del fegato/mediastino nella malattia extramidollare (EMD). Il tasso di risposta obiettiva veniva, invece, definito come CRc più risposta parziale. La farmacocinetica è stata misurata mediante ddPCR e immunofenotipizzazione.

Al 28 febbraio 2024, 13 pazienti erano stati sottoposti a trattamento, l’età mediana era di 23 anni (range 14-47). I pazienti erano stati pesantemente pretrattati con una mediana di 5 linee di terapia (range 1 – 9); il 46% (6/13) aveva subito un precedente trapianto allogenico di staminali ematopoietiche.

Il carico di malattia al basale consisteva in malattia extramidollare nel 31% (4/13) dei casi e  in una mediana del 78% di blasti midollari (range 5-95) nei pazienti con sola malattia BM (9/13). Eventi avversi correlati al trattamento di grado ≥ (G) 3 sono stati osservati in 10/13 (77%) pazienti.

La sindrome da rilascio di citochine si è verificata in 13/13 (100%) pazienti; la maggior parte (69%; 9/13) ha avuto eventi di CRS di grado G1-2; quattro (31%) pazienti hanno avuto eventi di grado G≥3, gestiti con steroidi (75%), tocilizumab (100%), anakinra (25%). Un evento di neurotossicità associata alle cellule effettrici immunitarie (G1) e di linfoistiocitosi emofagocitica (G3) sono stati riportati ciascuno in un paziente (8%). Infezioni gravi (≥ G3) sono state osservate nel 38% (5/13), tra cui sepsi 23% (3/13), infezione epatica/viremia, otite esterna, polmonite fungina in 1 paziente (8%) ciascuno. Non è stata osservata alcuna malattia del trapianto contro l’ospite o aplasia prolungata delle cellule T.

L’ORR e la CRc tra i pazienti valutabili sono state rispettivamente del 91% e dell’82% tra i pazienti con CR/CRi, il 71% ha ottenuto anche la negatività della malattia minima residua.
Con un follow-up mediano di 2,7 mesi (m), 6/11 pazienti rimangono in CR continua da 1,3 a 4,3 mesi. Tre pazienti sono stati sottoposti ad allo-HSCT in remissione e rimangono in RC continua a 3,3, 3,3 e 4,2 mesi. L’espansione delle cellule CAR-T ha raggiunto il picco nel sangue periferico al giorno 10 di trattamento  persistendo fino al giorno 56 in 3 soggetti valutati. Nessun paziente ha sviluppato nuovi anticorpi anti-HLA o anti-farmaco contro il costrutto CAR.

Wu-CART-007, an allogeneic CAR-T cell targeting CD7, is highly effective against relapsed/refractory (r/r) T-cell acute  lymphoblastic leukemia/lymphoma. EHA Meeting 2024; abstract #S110.